PROGETTO SCUOLE

IDEA

Il loro nome è legato alla configurazione fisica di questo luogo. Le scuole Monte degli Ulivi sono private paritarie e parificate. L’insegnamento, l’istruzione è una delle mission fondanti del Servizio Cristiano. Per i valdesi, prima di tutto e sopra ogni altra cosa, era ed è importante che gli uomini e le donne possano compiere delle scelte consapevoli. E per scegliere bisogna innanzitutto avere gli strumenti di aprano l’accesso alla conoscenza. La pluralità delle cose da conoscere è vasta, e le nostre scuole, senza distinzioni di sesso, razza, cultura e fede, accompagnano i bambini in questo percorso di conoscenza.

Le scuole sono suddivise in un corso con due sezioni di scuola dell’infanzia ed un corso con cinque sezioni di scuola primaria.
Grazie alle borse di studio messe a disposizione mediante i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese sosteniamo il diritto allo studio. I bambini e le bambine imparano a studiare, giocare, vivere il loro tempo pieno delle scuole a contatto con un ambiente multietnico e multiculturale. Accanto agli insegnanti, infatti, hanno l’opportunità di interagire e studiare con volontari provenienti da diverse parti del mondo.

SCUOLA PRIMARIA

Nella scuola Primaria le esigenze formative fanno riferimento alla necessità di sviluppare rapporti e relazioni interpersonali adeguati, integrare e innovare il curricolo tradizionale con attività che promuovano la pratica di linguaggi diversificati (musicale, teatrale, artistico-manuale, multimediale…), progettare e programmare momenti specifici per l’attività individualizzata e di recupero, praticare un primo approccio significativo alle tecnologie informatiche, apprendere le basi di una seconda lingua, sviluppare competenze nuove oltre alla capacità di organizzare quelle innate attraverso la stimolazione continua e progressiva della curiosità dei bambini con attività teoriche e pratiche, iniziative laboratoriali e piccoli seminari di studio e applicazione delle conoscenze acquisite.

Inoltre, monitorare il livello di apprendimento attraverso test didattici e attività di valutazione per restituire adeguati feedback con cui calibrare di volta in volta l’intervento educativo, formare l’essere cittadini di domani. La nostra scuola intende promuovere la costruzione della capacità di pensiero critico ed il potenziamento della creatività e dell’autonomia di giudizio, assicurando la continuità dello sviluppo individuale ed evitando che le diversità si trasformino in difficoltà di apprendimento.
La Scuola Primaria comprende 5 classi (dalla classe prima alla classe quinta).

LINGUE

Tedesco, Inglese, Francese e Spagnolo

INFORMATICA

Immersi in un mondo in movimento

SPORT

Attività motorie di diverso tipo

MUSICA

Classi settimanali di musica

P.O.F.

1 2 3 4 5
P.O.F.

P.O.F.

Il P.O.F è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale della scuola ed esplicita la progettazione curriculare, extracurriculare, educativa e organizzativa delle singole scuole, all’interno della loro autonomia ( secondo il D.P.R. 275 del 1999).

LINEE GUIDA

LINEE GUIDA

Queste Linee–Guida sono state elaborate nell’intento di offrire una panoramica sintetica e generale dei fondamenti pedagogico – didattici cui si ispirano le scuole “Monte degli Ulivi” che, dall’anno scolastico 2014/2015 hanno riprogettato il loro modello didattico integrando diverse esperienze che esistono sul territorio nazionale.
Al modello Senza Zaino (SZ), è stato integrato il modello della Aule Tematiche e della Scuola Alfamediale valutando che la sfida della modernità può essere affrontata nella consapevolezza della necessaria integrazione tra modelli diversi di didattica e di sviluppo scolastico.

OBIETTIVI

OBIETTIVI

• Insegnare a ricomporre i grandi oggetti della conoscenza in una prospettiva complessa, volta cioè a superare la frammentazione delle discipline e a integrarle in nuovi quadri d’insieme.

• Promuovere i saperi propri di un nuovo umanesimo.

• Diffondere la consapevolezza che i grandi problemi dell’attuale condizione umana possono essere affrontati e risolti attraverso una stretta collabora.

AULE TEMATICHE

AULE TEMATICHE

Le aree tematiche sono tre: tecnico-scientifica, antropologica, linguistica.
Le aule sono attrezzate allo sviluppo delle diverse discipline in un contesto specifico adeguato e non ritagliato, quasi marginale.
Ogni bambin* riceve all’inizio dell’anno scolastico tutto il materiale che gli occorre per la didattica: valigetta, quadernoni, cancelleria varia, etc…
Tutti i bambini hanno il medesimo corredo scolastico per evitare che le differenze sociali vengano rimarcate con un uso antipedagogico di diari, zaini, quaderni, etc…
Inoltre la preoccupazione per la salute dei piccoli ci ha suggerito di puntare, come abbiamo fatto, ad una scuola senza zaino.

INTERVENTI PSICO-PEDAGOGICI

INTERVENTI PSICO-PEDAGOGICI

Attraverso la realizzazione di Progetti specifici che coinvolgeranno le figure presenti al consultorio Familiare del Servizio Cristiano (Pedagogista, Psicoterapeuta, Assistente Sociale), si cercherà di dar voce alle esigenze dei bambini, di prevenire le difficoltà che, spesso loro incontrano durante la loro fase di crescita e di intervenire tempestivamente qualora dovessero presentarsi situazioni di disagio.
A tal proposito utile sarà il “centro ascolto”: uno spazio in cui i bambini, i genitori e gli insegnanti potranno incontrare la pedagogista del consultorio familiare e la realizzazione del Progetto di compensazione, integrazione e recupero scolastico.

PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA

Il Patto di Corresponsabilità è stato redatto secondo le indicazioni del D.M. n.5843/A3 del 16 ottobre 2006 Linee d’indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità.Il DPR n.249 del 24 giugno 1998 Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria; D.M. n.16 del 5 febbraio 2007 Linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la prevenzione e il bullismo; D.M. n.30 del 15 marzo 2007 Linee di indirizzo ed indicazioni in materia di utilizzo di “telefoni cellulari” e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica, irrogazione di sanzioni disciplinari, dovere di vigilanza e di corresponsabilità dei genitori e dei docenti; D.P.R. n. 249 del 24 giugno 1998, Statuto delle studentesse e degli studenti, pubblicato sulla G.U. il 29 luglio 1998 e modifiche in seguito al D.P.R 21 Novembre 2007, n.235 pubblicato sulla G.U. n. 293 del 18-12-2007) testo in vigore dal: 2-1-2008.

Il Ministero della Pubblica Istruzione introduce il principio di “corresponsabilità” delle famiglie nei confronti dei danni scolastici recati dai figli. Con l’entrata in vigore del D.P.R. n. 235 del 21 Novembre 2007, le scuole possono sanzionare con maggiore rigore e severità rispetto al passato i casi più gravi di violenza e bullismo degli studenti.
Secondo un principio di proporzionalità tra la sanzione irrogabile e l’infrazione disciplinare commessa, gli studenti saranno infatti passibili di nuovi provvedimenti disciplinari, più rigorosi, di fronte a “comportamenti riprovevoli e connotati da un altissimo grado di disvalore sociale”.

INFO

Segreteria Scuole
Giuseppe Debilio
Tel: +39.0934.92.02.82
Mail: segreteriascuole@serviziocristiano.org

Scuole Paritarie
Rosalia Baldi
Tel: +39.0934.92.81.23
Mail: infanzia@serviziocristiano.org
primaria@serviziocristiano.org

Start typing and press Enter to search